Omicron 5

Omicron 5, al via l’onda estiva: come tentare di evitare il contagio

La variante Omicron 5 sembra essere sempre più contagiosa, per questo si parla già di ondata estiva. Il numero di tamponi positivi è in continuo aumento, così come anche i ricoveri in ospedale. Stando al parere di Matteo Bassetti nonostante si trasmette più velocemente questa variante è paragonabile ad un raffreddore, in alcuni masi sarebbe anche meno di un’influenza. Ha parlato di forme di raffreddore rinforzato, mal di gola e naso che cola, sintomi che in un soggetto vaccinato spariscono nel giro di 3-4 giorni.

Tra le varie cose l’infettivologo ha fatto sapere che il virus continua a circolare ma non si può costringere la gente a vaccinarsi. A detta sua non è utile dire ogni giorno quante persone sono positive al tampone perché si crea solo insicurezza. Ha poi aggiunto: “I vaccini fatti ci coprono dalle forme gravi della malattia.” Pian piano sono state abolite tutte le restrizioni. Nei giorni scorsi è stato rimosso l’obbligo vaccinale per over 50, il personale scolastico e le forze dell’ordine. Abolite anche le mascherine al chiuso, fanno però eccezione i mezzi di trasporto gli ospedali e le Rsa. In molti si chiedono dunque come fare a proteggersi da Omicron 5.

L’epidemiologa dell’Associazione italiana epidemiologia, Stefania Salmaso, in un’intervista concessa al Corriere della Sera ha rivelato alcuni consigli per tentare di evitare il contagio. Nonostante non sia più obbligatoria in molti posti, sarebbe meglio continuare ad indossare la mascherina per ridurre il rischio di contagio, anche all’aperto in condizioni di assembramento. L’epidemiologa consiglia di continuare ad indossarla soprattutto nei luoghi chiusi, dove la trasmissione del virus è più probabile.

LEGGI ANCHE -> Omicron 2, contagi in risalita: “la situazione non migliorerà”

Nemmeno in aereo è più obbligatorio indossare la mascherina, sarebbe però meglio utilizzarla perché non tutti rispettano le regole. Potrebbero quindi esserci durante il viaggio dei soggetti positivi. La Salmaso consiglia anche di continuare a fare attenzione ad abbracci e baci. A detta sua in questo periodo sono molti i festeggiamenti rimandati negli ultimi due anni a causa del Covid, che portano spesso a manifestazioni di affetto. È chiaro che dare una regola che limiti le emozioni è difficile. Bisogna però ricordare che in proporzione al numero di invitati presenti aumenta il rischio di contagio.